Oristano e il suo territorio, promessa di avventura: campagna per la promozione del Territorio di Oristano.
Finalmente vediamo i frutti del lavoro svolto nei mesi scorsi da tutti noi di SED+! Sono stati esposti i primi due soggetti della Campagna di comunicazione per la Promozione del territorio di Oristano. Un lavoro molto lungo complesso che ci vede ora soddisfatti del risultato ottenuto.
La strategia di comunicazione adottata per la campagna pubblicitaria si basa sull’assunto che il territorio della Provincia di Oristano, strano a dirsi, non è ben conosciuto né dai turisti in visita in Sardegna né dai sardi stessi.
La provincia di Oristano, tranne che in particolari periodi che richiamano molti visitatori (come ad esempio la Sartiglia di Oristano o la Corsa degli Scalzi di Cabras), è vista come un luogo di passaggio piuttosto che come un punto di arrivo. Da qui la necessità di creare una campagna pubblicitaria capace di richiamare l’attenzione dei visitatori e suggerire un inedito itinerario di viaggio non programmato.
L’idea generale è stata quella di declinare un messaggio che contenesse una promessa forte e assolutamente credibile grazie alla reale bellezza dei luoghi pubblicizzati. Inoltre, essendo in posizione centrale rispetto alla Sardegna, è facilmente raggiungibile da qualsiasi zona dell’isola. La zona si presta a un tipo di turismo destagionalizzato e non ridotto ai soli tre/quattro mesi estivi. Come spazi espositivi sono stati scelti due pannelli retroilluminati da 3×2 metri posizionati nell’area arrivi dell’aeroporto di Cagliari. La campagna è declinata in quattro soggetti (due sono già presenti all’aeroporto mentre altri due saranno inseriti a rotazione durante l’anno di contratto di noleggio).
Soggetti della campagna:
1) San Giovanni di Sinis In questa immagine abbiamo voluto rappresentare uno dei luoghi simbolo del territorio. La presenza della figura umana, la modella Paola Aru, riesce a restituire l’idea della vastità degli spazi e la bellezza del luogo rappresentato. Lo slogan “Oristano e il suo territorio, promessa di felicità” spiega perché scegliere questa meta come luogo di vacanza o di visita diventa un’opportunità per trovare il benessere, serentità ed il sorriso.
La subhead “La Provincia di Oristano, a meno di un’ora da Cagliari, a meno di un’ora da Sassari, a poco più di un’ora da tutto” trasmette il messaggio che questi luoghi sono facilmente raggiungibili da ogni zona della Sardegna.

Soggetto 1: San Giovanni di Sinis. Modella: Paola Aru.
——————————————>
2) Falesie di Su Tingiosu
In questa proposta abbiamo voluto rappresentare uno dei luoghi simbolo delle attività sportive legate al surf. In questo mare, le onde, sospinte al maestrale, diventano tra le più grandi del mediterraneo e attirano surfisti da tutta Europa. Per questo completare questo soggetto ci siamo avvalsi della collaborazione, in qualità di testimonial, di uno dei surfisti (nonché base jumper, kiter, ecc.) più conosciuti al mondo, il sardo-hawaiano Niccolo Porcella. Un vero e proprio mito per chi pratica sport estremi.
La sua presenza doveva essere, in linea con le altre declinazioni, in secondo piano rispetto al paesaggio ma vista l’importanza (e la bellezza) del testimonial abbiamo deciso di inserire il suo volto, sovrapposto al cielo, con lo sguardo pronto ad affrontare le sfide a cui è abituato. Lo slogan “Oristano e il suo territorio, promessa di avventura” è destinato sia agli sportivi che vogliono mettersi alla prova in un campo giochi assolutamente straordinario sia ai normali visitatori attratti da luoghi dalla bellezza selvaggia e incontaminata.
La subhead “La Provincia di Oristano, a meno di un’ora da Cagliari, a meno di un’ora da Sassari, a poco più di un’ora da tutto” trasmette il messaggio che questi luoghi sono facilmente raggiungibili da ogni zona della Sardegna.

Soggetto 2: Falesie di Su Tingiosu (S’anea Scoada). Testimonial: Niccolo Porcella.
——————————————>
3) Spiaggia di Mari Ermi
In questa proposta abbiamo voluto rappresentare la situazione più classica dell’estate in Sardegna. In particolare abbiamo scelto la spiaggia di Mari Ermi che, con i suoi colori inconfondibili, è la più indicata per suggerire la bellezza di un luogo che anche nei mesi estivi permette di trovare sempre un angolo isolato e lontano dalla folla.
Lo slogan “Oristano e il suo territorio, promessa di bellezza” è supportato dal mare che pare confondersi con il cielo, dalla sabbia composta dai caratteristici sassolini di quarzo bianco e dalla modella (Paola Aru) che si muove in un contesto sospeso tra sogno e realtà.
La subhead “La Provincia di Oristano, a meno di un’ora da Cagliari, a meno di un’ora da Sassari, a poco più di un’ora da tutto” trasmette il messaggio che questi luoghi sono facilmente raggiungibili da ogni zona della Sardegna.

Soggetto 3: Spiaggia di Mari Ermi. Modella: Paola Aru.
——————————————>
4) Sorradile e il lago Omodeo In questa proposta abbiamo voluto rappresentare una zona poco conosciuta dell’entroterra del territorio di Oristano, quella che circonda il lago Omodeo.
Sorradile si trova proprio sulla sommità di una collina che si affaccia sul lago. In questa zona sono presenti numerosissime “domus de janas” gli antichi sepolcri che col passare dei secoli furono ribattezzate dagli abitanti di quei luoghi “case delle fate”. La presenza umana, come nelle altre declinazioni, serve a dare vita ai luoghi rappresentati e a restituire l’idea della vastità degli spazi e della bellezza che si offre al visitatore. Lo slogan “Oristano e il suo territorio, promessa di mistero” spiega perché scegliere questa meta come luogo di vacanza o di visita possa trasformarsi in occasione di scoperta e di indagine su questi luoghi misteriosi e suggestivi.
La subhead “La Provincia di Oristano, a meno di un’ora da Cagliari, a meno di un’ora da Sassari, a poco più di un’ora da tutto” trasmette il messaggio che questi luoghi sono facilmente raggiungibili da ogni zona della Sardegna.

Soggetto 4: Sorradile e il lago Omodeo.
In tutte le proposte sono inseriti gli indirizzi e i loghi degli enti committenti, alcune diciture di Legge e una piccola mappa che localizza i luoghi pubblicizzati. Nelle proposte 1 e 3 sono inseriti i marchi delle aziende sarde che hanno fornito i capi di abbigliamento utilizzati nella campagna.
Fotografie di Luigi Corda. I costumi da bagno utilizzati da Paola Aru sono di Sundalia Beachwear. La camicia utilizzata da Paola Aru è un modello della collezione Quattromani.
SED+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu